Tosca ritorna al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

122-505

I luoghi del dramma, fra i più noti della città eterna: la Chiesa di Sant’Andrea della Valle, Palazzo Farnese, Castel Sant’Angelo. Il periodo: Roma, nel contesto della Prima Repubblica Romana, all’apoteosi dell’ascesa napoleonica in Europa (anno 1800), in un periodo in cui gli influssi romantici e gli afflati eroici condizionarono eventi storici e cambiamenti sostanziali per il continente.
La trama: intrisa di passioni, ora domestiche ed intime, come si evince ad esempio dal duetto iniziale fra Mario Cavaradossi e Floria Tosca (atto I ‘non la sospiri la nostra casetta?’’), al coraggio, la corruzione (‘a donna bella non mi vendo a prezzo di moneta’), la rabbia, il complotto (‘come facemmo con il Conte Palmieri’) e la vendetta (‘e avanti lui tremava tutta Roma’) nell’atto del Barone Scarpia (il II), ambientato a Palazzo Farnese, fino alla struggente melanconia di un cielo stellato contemplato da un condannato a morte (‘e lucevan le stelle’), atto III, Castel Sant’Angelo.

122-476
Gli eventi, ora incalzanti, ora commoventi, offrono al genio di Giacomo Puccini spunti per definire musicalmente con una tavolozza ricchissima di nuances, storia e protagonisti, prendendo spunto dal dramma di Victorien Sardou (1887) all’epoca interpretato dalla leggendaria Sarah Bernard (Parigi, Théatre de la Porte-Saint-Martin, 24 novembre 1887).
L’opera di Puccini andò in scena per la prima volta al Teatro Costanzi di Roma il 14 gennaio 1900 ed in poco tempo divenne un capolavoro, fra i più noti ed emblematici della tradizione lirica italiana.

122-462
Tosca, secondo titolo operistico della stagione 2012, ritorna al Teatro Comunale per cinque recite (21 – 26 febbraio 2012), nello storico e apprezzato allestimento di Mario Pontiggia, con scene e costumi di Francesco Zito; dal podio Daniel Oren dirige i complessi artistici del Maggio Musicale Fiorentino che accompagnano artisti, fra i più applauditi sulla scena internazionale: Martina Serafin e Hui He nel ruolo principale (Floria Tosca), mentre Alberto Mastromarino e Ambrogio Maestri si alternano nei panni del mefistofelico Barone Scarpia. Il ruolo di Mario Cavaradossi sarà interpretato da Piero Giuliacci nelle recite del 21,23,25 e 26 febbraio, da Alfred Kim nella recita di mercoledì 22 febbraio.

Teatro Comunale
Martedì 21 febbraio 2012, ore 20.30
Mercoledì 22 febbraio, ore 20.30
Giovedì 23 febbraio, ore 20.30
Sabato 25 febbraio, ore 18.00
Domenica 26 febbraio, ore 15.30

Se l’articolo ti è piaciuto clicca su Fb Mi Piace

http://glieventidelmarchese.blogspot.com/


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il Blog del Marchese Copyright © 2021 - Website Development 

close-link

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi