Nuovo ZEITWERK di A. Lange & Söhne

A. Lange & Söhne presenta due nuove versioni del pluripremiato orologio digitale meccanico in platino e oro rosa. Grazie al calibro L043.6 ulteriormente evoluto, questo eccezionale segnatempo ha una riserva di carica raddoppiata a 72 ore e offre una facilità d’uso superiore. Anche il rivoluzionario design è stato sofisticatamente rivisitato, rendendo l’orologio ancora più espressivo. Anche se l’avanzamento delle grandi cifre saltanti appare come per magia a ritmo di un minuto, è sorretto da una meccanica potente, controllata con precisione e con sette brevetti. A. Lange & Söhne ha presentato il primo ZEITWERK nel 2009, sorprendendo l’intero mondo
dell’orologeria con un orologio da polso rivoluzionario, dotato di grandi cifre saltanti per le ore e i minuti, nonché di un meccanismo tenditore come generatore di impulsi. Questa
rappresentazione chiara e avanguardista del tempo è ancora oggi ineguagliata. Sottolinea
l’ambizione della Manifattura di ridefinire continuamente i limiti delle possibilità tecniche. Il
fondatore dell’azienda Walter Lange ha sempre invitato a «non fermarsi mai». All’insegna di
questa massima, i maestri orologiai di A. Lange & Söhne mettono regolarmente in discussione i
concetti convenzionali e perseguono nuovi approcci innovativi per fare evolvere l’alta orologeria.

Ispirazione storica: dal ritmo di cinque minuti a quello di un minuto
Questo innovativo approccio è strettamente intrecciato alla tradizione della nostra Manifattura. I
maestri orologiai di A. Lange & Söhne hanno trovato l’ispirazione per lo ZEITWERK nel celebre
orologio a cinque minuti dell’Opera di Semper a Dresda. All’epoca, l’orologiaio di corte Johann
Christian Friedrich Gutkaes fu incaricato di realizzare l’orologio. Gli fu chiesto di sviluppare
un’indicazione dell’ora che potesse essere facilmente letta anche dalle file più distanti. Questa
sfida ha costretto Gutkaes a pensare in modo completamente nuovo. Contrariamene a tutti i
grandi orologi con lancette dell’epoca, optò per un approccio rivoluzionario: un orologio che
indicasse l’ora in modo digitale con scatti di cinque minuti. Nel 1841 completò l’orologio a
cinque minuti insieme al suo collaboratore Ferdinand Adolph Lange. La straordinaria idea alla
base di questo orologio ha trovato una nuova espressione nello ZEITWERK, anche se avanza
cinque volte più spesso rispetto alla sua fonte di ispirazione, ovvero ad ogni minuto intero.
Ore e minuti a colpo d’occhio
Lo ZEITWERK è dotato di un meccanismo brevettato con tre dischi delle cifre saltanti: guardarlo
suscita emozioni. Le ore e i minuti sono visualizzati da sinistra a destra da numeri di grandi
dimensioni con un’altezza di 2,9 millimetri e una larghezza di 2,3 millimetri. La disposizione
armoniosa sul ponte dell’ora arcuato e le dimensioni delle indicazioni assicurano la miglior
leggibilità. Inoltre, questo display esteticamente originale e tecnicamente sofisticato dona
slancio e vivacità al quadrante, poiché il meccanismo sottostante fa avanzare i tre dischi delle
cifre, uno dei quali indica le ore e gli altri gli intervalli dei dieci minuti e del singolo minuto in una
frazione di secondo. La parte più emozionante si manifesta quando, all’ora piena, tutti e tre i
dischi delle cifre avanzano simultaneamente. Quando si ammira questa precisa coreografia, il
momento diventa un evento.
Meccanico-digitale: una complicazione contemporanea
Per realizzare questo elegante e innovativo display, i designer di Lange hanno radicalmente
messo in discussione i principi e le regole convenzionali dell’orologeria di precisione. Ciò si è
reso necessario, poiché la sfida di inserire il meccanismo nelle dimensioni limitate di un orologio
da polso, generando al tempo stesso energia sufficiente per gli scatti sincronizzati, era enorme.
Alcuni dati chiave lo dimostrano in modo significativo: ad esempio, l’anello delle ore con un
diametro di 30,0 millimetri si estende fino alla circonferenza esterna del movimento. Vi sono
inoltre i due dischi per gli intervalli dei dieci minuti e del singolo minuto. I loro diametri sono
rispettivamente di 19,0 e 12,7 millimetri. Entrambi i dischi sono separati da una differenza di
altezza di soli 0,2 millimetri, ciò che richiede una regolazione estremamente precisa da parte
dell’orologiaio.


«Per far avanzare puntualmente i dischi del meccanismo delle cifre saltanti ogni minuto, il
movimento richiede molta più energia rispetto a una classica indicazione dell’ora», spiega
Anthony de Haas, Direttore dello Sviluppo Prodotti. «Oltre ad essere molto pesanti per gli
standard dell’orologeria, i dischi delle cifre devono anche essere accelerati e decelerati
rapidamente per il salto di avanzamento. Ciò richiede molta più energia rispetto alla rotazione
costante di un paio di lancette molto più leggere. Il fabbisogno energetico raggiunge l’apice
massimo all’ora piena, quando il movimento fa avanzare tutti e tre i dischi simultaneamente».
Inoltre, l’avanzamento deve essere sempre attivato esattamente dopo 60 secondi. Questo
impegnativo compito viene svolto dal meccanismo tenditore brevettato. Dispositivo polivalente,
offre anche un altro contributo: assicura che il movimento sia sempre azionato con un’energia
costante, a tutto vantaggio della stabilità di marcia.
La seconda generazione di un capolavoro meccanico: il calibro L043.6
Se queste sfide erano già state risolte in modo intelligente nel movimento della prima
generazione ZEITWERK, con il calibro L043.6 evoluto la nuova generazione compie un
ulteriore passo avanti. Grazie alla costruzione di un bariletto brevettato con due molle di carica, è stato possibile raddoppiare la riserva di carica da 36 a 72 ore. O con altre cifre: dopo la piena carica, lo ZEITWERK dispone di un’energia sufficiente per 4320 salti di avanzamento dei minuti, o più precisamente per 72 salti di tutti e tre i dischi, 360 salti con solo due dischi e 3888 salti con un
solo disco. Un’altra innovazione rispetto al modello precedente è la facilità di regolazione
dell’ora. Un pulsante a ore quattro consente di fare avanzare l’indicazione in modo rapido e
separato, il che è particolarmente utile quando si cambia ad esempio il fuso orario durante un
viaggio. Il pulsante funziona al contrario: mentre non succede nulla quando il pulsante viene
premuto, l’indicazione avanza quando il pulsante viene rilasciato.

Calibro L043.6

L’integrazione di un pulsante per la correzione dell’indicazione delle ore, utilizzato per la prima
volta nello ZEITWERK DATE, ha richiesto un grande impegno di progettazione. Infatti, per poter
effettuare la correzione indipendentemente dai processi di avanzamento dell’indicazione delle
ore, ogni volta che si preme il pulsante una frizione verticale brevettata disaccoppia l’anello
delle ore dal meccanismo delle cifre saltanti. L’indicazione dei minuti è come sempre regolabile
in entrambe le direzioni tramite la corona a ore due.
Anche nella seconda generazione, lo ZEITWERK è dotato di un sistema di oscillazione con una
propria spirale e una regolazione a declino brevettata. Oscilla a una frequenza di 18 000
alternanze l’ora (2,5 hertz). Come per tutti i calibri di Manifattura, la finitura a mano del
movimento di 451 elementi soddisfa i più alti standard Lange. Attraverso il fondello in vetro
zaffiro, gli intenditori possono ammirare il ponte del bilanciere e dello scappamento ad ancora incisi a mano, i ruotismi di carica lavorati «à soleil», i 59 rubini e il ponte di carica intermedio in
filigrana rifinito con levigatura lineare, in cui sono alloggiati due castoni d’oro avvitati.
Inconfondibile anche nel design. Gli appassionati di orologi considerano spesso il quadrante come il volto dell’orologio. Oltre alla sensibilità estetica dei designer, riflette la competenza dei costruttori di movimenti. È particolarmente vero per lo ZEITWERK, il cui innovativo concetto tecnico si esprime anche in un design avanguardista.


L’elemento di maggior spicco è il ponte dell’ora realizzato in alpacca naturale. Il materiale
tradizionalmente utilizzato da A. Lange & Söhne per le parti del telaio, come i ponti e i
semiponti, rende evidente che è parte integrante del movimento. Nel nuovo ZEITWERK, è stato
sofisticatamente rielaborato per dare più spazio al quadrante dei piccoli secondi a ore sei. Nella
scala dell’indicazione della riserva di carica sul lato opposto, che si inserisce armoniosamente
sopra il ponte del tempo arcuato, le ultime dodici ore sono ora segnate in rosso per indicare
ancora più chiaramente che lo stato di tensione della molla di trazione sta per terminare.
Un raffinato dettaglio, che crea anch’esso un collegamento al movimento, è il supporto in zaffiro
per gli anelli degli intervalli di dieci minuti e dei singoli minuti, visibile a sinistra delle due
indicazioni. Mentre nella maggior parte dei casi vengono utilizzati i rubini, gli orologiai Lange
utilizzano questa pietra preziosa incolore e trasparente per motivi estetici.
Due colori nobili
La cassa del nuovo ZEITWERK ha un diametro di 41,9 millimetri e un’altezza di 12,2 millimetri
ed è disponibile in due versioni. È disponibile in oro rosa con quadrante nero e ponte dell’ora in
alpacca naturale. L’edizione in platino ha un quadrante rodiato in argento massiccio. Il ponte
dell’ora è rodiato nero. Le lancette cromaticamente coordinate completano il design armonioso.
Il modello in oro rosa ha un cinturino in pelle di coccodrillo nero, mentre la versione in platino è
dotata di un cinturino in pelle di coccodrillo marrone scuro.


Il Blog del Marchese Copyright © 2021 - Website Development 

close-link

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi