James Conlon e Ekaterina Sadovnikova al teatro Comunale

tn

Firenze 10 dicembre 2011

Grande attesa per l’ultimo dei concerti in abbonamento, un programma all’insegna delle suggestioni pittoriche provenienti da tre grandi capolavori, di altrettanti geni della musica francese e russa: Trois Nocturnes di  Claude Debussy (1862 – 1918), Gloria di Francis Poulenc (1899 – 1963), per terminare in crescendo con Quadri da un’esposizione  di  Modest Musorgskij (1839 – 1881), musicati da Maurice Ravel nel 1922.

Il programma richiama volutamente le tante riflessioni sul rapporto musica-pittura in una tavolozza temporale che si estende dal 1897 (anno di composizione dei Tre Notturni di Debussy) al 1959 (anno di composizione del Gloria di Poulenc); un dibattito quello fra arte e musica, che ha affascinato esteti e filosofi dall’antichità classica (Platone docet) ai nostri giorni (celebre è l’epistolario fra Arnold  Schönberg e Vasilij Kandinskij); un gioco di ekphrasis e mimesis, dove la musica è chiamata a descrivere colori e forme, quadri ed emozioni appartenenti alla sfera sensoriale del tatto e della vista.

tn2

Ekaterina Sadovnikova, per la prima volta a Firenze, darà la sua voce a Poulenc, James Conlon, ben noto al pubblico fiorentino, ritorna sul podio del Teatro Comunale a dirigerla e a guidare l’Orchestra ed il Coro del Maggio Musicale Fiorentino.

Un concerto davvero imperdibile non solo per chi ama l’arte ma anche per coloro che desiderano avvicinarsi ad un repertorio popolare, coinvolgente, dalle grandi tinte emozionali.

Se l’articolo ti è piaciuto clicca su Fb Mi Piace

http://glieventidelmarchese.blogspot.com/


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il Blog del Marchese Copyright © 2021 - Website Development 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi