Gherardini la Pretiosa di Leonardo evento Pitti

DSCN9737

Firenze, 10 gennaio 2012

Per la presentazione della bag la “Pretiosa di Leonardo”, in concomitanza della IX edizione di Pitti W, Braccialini sceglie un luogo davvero d’eccezione l’Accademia delle Arti e del Disegno fondata da Cosimo I de’ Medici e da Vasari nel 1563. La borsa creata da Carla Braccialini si ispira ad un disegno di Leonardo da Vinci, risalente al quattrocento, pensata come omaggio alla città di Firenze dove la maison Gherardini è stata fondata oltre 126 anni fa.

DSCN9749

Un legame tra il brand e Leonardo che parte dalla sua opera più conosciuta e studiata: la Gioconda, cioè il ritratto di Monna Lisa Gherardini moglie di Francesco del Giocondo.Il nome scelto ci fa intuire che si tratta di una bag particolare, vediamone le caratteristiche.

402493_3043702294604_1324508264_3260053_262088042_n

La lavorazione è rigorosamente a mano con l’utilizzo di materiali di pregio come il vitello ricamato in tinta e intrecci di fettuccia di pelle. Il reggi maniglia è in ottone sbalzato, fatto a mano, e riprende lo schizzo di Leonardo. La Pretiosa sarà venduta, a partire da marzo, in limitededition di 99 esemplari, corredata da un documento di garanzia e da un libro che racconta la bellezza dell’arte di Leonardo e la passione con cui Gherardini realizza le proprie creazioni.

Non una semplice presentazione ma un vero e proprio percorso nell’ambiente culturale di fine 500’. La mostra curata dal Alessandro Vezzosi, direttore del Museo Ideale Leonardo da Vinci, ci mostra per la prima volta un dipinto del pittore leonardesco Giampietrino (collezione Ponti) “Il ratto di Proserpina”, l’affiancano le figure di Leda ed il cigno, della Colombina e l’allegoria dei contrari ( Modestia e vanità, sacro e profano).

DSCN9744   DSCN9735 378619_314339838610779_116228695088562_1058358_912284666_n 409048_314338045277625_116228695088562_1058354_1813621720_n

Esposti l’orologio a Torre, che scandisce il tempo con ingranaggi di un design estetico e funzionale, il tamburo meccanico di Andrea Dami, che rompe il silenzio con percussioni ritmiche, l’anello mediceo sintesi di divina proporzione e simbolismo esoterico. La Gioconda è presente con una raffinata incisione dell’800’ e con l’autografo di colui che ne dissacrò l’immagine dipingendole i baffi: il dadaista Marcel Duchamp.

409048_314338051944291_116228695088562_1058355_1931736380_n 378619_314339848610778_116228695088562_1058360_1465405138_n 393327_314342938610469_116228695088562_1058367_1322185507_n

Grande successo di pubblico per questo evento scandito dalla speciale performance dell’artista Rhò e dalla presenza dell’attrice Mariagrazia Cucinotta madrina della serata.

Se l’articolo ti è piaciuto clicca su Fb Mi Piace
http://glieventidelmarchese.blogspot.com/


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il Blog del Marchese Copyright © 2021 - Website Development 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi