I pantaloni chino da uomo: come abbinarli

chinos

Pantaloni Chino da uomo: come abbinarli e storia

Così come la grande maggioranza dei capi che compongono il guardaroba maschile anche i pantaloni Chinos trovano la loro radice nell’abbigliamento militare. Il Chino è un modello di pantalone solitamente in cotone, anche se sono stati proposti modelli in jeans e in tessuti felpati.
Il panno chino, o semplicemente Chin,o è un tessuto intrecciato (twill), tradizionalmente in 100% cotone. Quando Steve Mc Queen li indossava nel film “La grande fuga”  del 1963, questi pantaloni erano già diffusi in tutto il territorio americano.

chinos

Storia dei Chinos

Secondo tradizione, o se vogliamo leggenda, a metà ‘800 i chinos color Khaki furono realizzati in India da un ufficiale inglese che per nascondere la polvere sui pantaloni bianchi provò a tingerli utilizzando una mistura di caffè ed altre spezie. Secondo la versione più accreditata, fu Sir Harry Lumsden, comandante delle unità operative in Punjab, a sostituire i pantaloni bianchi regolari (bersagli troppo visibili), per questioni mimetiche con i pantaloni color sabbia o Khaki più ampi e leggeri. In lingua urdu Khaki significa proprio “color polvere”. Da qui nasce la denominazione di “Pantaloni Khaki” utilizzati anche nelle successive campagne in Sudan, Sudafrica ed Afghanistan. L’invenzione della tintura khaki si attribuisce a John Haller che esportò i primi telai a mano nella regione indiana di Mangalore.


Ma occorre attendere gli inizi del ‘900 per la diffusione dei pantaloni Chino negli Stati Uniti, così chiamati perché provenienti dalla Cina ed indossati dai soldati durante la guerra Ispano-Americana (1898). I pantaloni Khaki inglesi infatti furono replicati in Cina (la storia insegna) e venduti a basso costo ai soldati americani presenti nelle Filippine, già colonia spagnola. Inizia la storia e diffusione del Chino che significa “cinese” in lingua spagnola.
Gà nel 1906 Levi’s lanciò il suo primo pantalone Khaki con l’etichetta “Sunset“. Nel 1912 furono adottati ufficialmente dalla Marina Militare Americana come parte dell’uniforme dei suoi piloti e dal 1932 furono indossati dagli equipaggi dei sottomarini.

chino
Vista la loro resistenza e praticità furono adottati come divisa dell’esercito americano nella seconda guerra mondiale, ne fu concesso anche l’uso durante la libera uscita. Realizzati in tessuto Cramerton, un robusto twill prodotto dalla tessitura Galey & Lord. Terminate le ostilità belliche e visto il grande numero di Chinos sul mercato furono indossati per la vita civile ed adottati come pantaloni da molti college. Insieme alla camicia button-down ed il mocassino Penny, il Chinos cachy divenne parte fondamentale dello stile Preppy.


Indossati dal celebre aviatore Charles Lindbergh, dallo scrittore Ernest Hemingway per poi essere adottati da attori come Gary Cooper, Clarck Gable, Humphrey Bogart e presidenti come John F. Kennedy.
I pantaloni chino rappresentano una valida alternativa al jeans, sono adatti per un look casual, sportivo ed anche classico, ma non possono essere indossati tutti le volte che si richiede eleganza formale.


La vestibilità dei Chinos
Per ogni fisico occorre scegliere il pantalone con la giusta vestibilità in modo da valorizzare il fisico.
Fisico snello: vanno bene i modelli senza le pences, al contrario quelli con le pences possono aiutare chi ha qualche chilo in più a nasconderlo.
Fisico robusto: da evitare i chino dalla gamba aderente preferibili i modelli a gamba dritta che slanciano ed allungano la figura.
Per quanto concerne la lunghezza i pantaloni chino dalla linea classica possono arrivare a metà del tacco della scarpa; quelli slim di solito la sfiorano senza appoggiarvisi. In entrambi i modelli mai far toccare i pantaloni fino a terra!


Modelli pantaloni Chinos
Rilassato
Viene realizzato con un tessuto più pesante, con un vita bassa ed una vestibilità estremamente comoda. Possiamo definirlo il classico outfit da Lumberjack: camicia check, anfibi o un bel e grosso maglione a collo alto per le fredde giornate invernali.
Casual
Si caratterizza per avere le cuciture in vista e la vita bassa. Si indossa con le polo a maniche corte, camicie in lino, camicie in cotone, t-shirt, cardigan.
Elegante
Le cuciture sono invisibili e la vita più alta. Sono i più versatili poiché possono essere utilizzati per un look casual così come per un look business casual. Quindi si indossano con giacche, blazer, cravatte, polo a maniche lunghe.


Abbinamento colori Chino
Vale la regola generale che se il chino ha un colore neutro sopra possiamo indossare fantasia o colore; nel caso di pantaloni chino dai colori vivaci parte superiore con colori sobri.
Per quanto riguarda la scelta della scarpa tutto dipende dal tipo di look: per il casual vanno bene le sneaker o gli anfibi; per il business casual vanno bene i mocassini, le scarpe con doppia fibbia o le stringate.


Il Blog del Marchese Copyright © 2015 - Website Development 

CHIUDI
CLOSE

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi