Il giusto Saluto: le regole del bon-ton

il giusto saluto (2)

Il giusto saluto: quando, come e con chi utilizzare le espressioni di saluto

Il giusto saluto è il modo per entrare in contatto con chi si conosce e con chi non si conosce. Il giusto saluto è una dichiarazione di cordialità anche verso quelle persone che forse non rivedremo mai come quelle trovate in una sala d’attesa, in un viaggio in treno o aereo, o in un luogo pubblico. Salutare è un atto di correttezza, educazione ed un vero gentleman non può ignorare di farlo in modo corretto.

come si saluta

Può capitare che spesso le persone che incontriamo, pur conoscendoci, non salutino per timidezza o per non essere invadenti. In questi casi proviamo Noi a fare il primo tentativo con un saluto ed un piccolo sorriso. Nel caso di mancata riposta ignoreremo questa persona poco cortese.
Non tutti i saluti sono uguali occorre saper scegliere quello giusto tenendo presente l’età, la persona e la sua professione o titolo. Utilizzare il giusto saluto sarà per Noi una buona carta di presentazione.
Buongiorno e buonasera
Il classico saluto della prima e seconda parte della giornata. Si utilizzano per salutare una persona o un gruppo di persone; per persone amiche con cui ci si da del tu; per conoscenti e per nuove conoscenze.
Buonanotte
Da utilizzare solo con persone con cui si ha molta confidenza ed in occasioni informali.

il giusto saluto
Buondì
L’equivalente del buongiorno ma da rivolgere solo a persone con cui si ha confidenza ed in situazioni informali.
Buona giornata
Saluto che ricorda l’usanza americana “have a good day“. Si consiglia un uso molto moderato perché può apparire troppo mieloso e lezioso.
Arrivederci
Da usare per congedarci da una persona o gruppo di persone con le quali si ha confidenza e rapporto alla pari.
Arrivederla
Per congedarci da persone a cui si da del Lei o verso cui si voglia mostrare rispetto e deferenza.

il giusto saluto
Ciao
Parola che deriva dal dialetto di Venezia dove “s-ciao” significava “schiavo” cioè servo vostro, quindi in passato era utilizzato come formula di grande deferenza. Oggi invece si usa per salutare una persona, all’inizio e alla fine dell’incontro, a cui si da del tu e si ha molta confidenza. Si sente spesso “Ciao a tutti“,espressione per salutare gruppo di persone, meglio evitarla.
Bye-Bye
In auge negli anni ‘5o del secolo scorso per imitare i film americani. Da utilizzare con tono scherzoso ed ironico ma mai come un saluto di cortesia.

giusto saluto
Di Nuovo
Espressione con cui ci si rivolge a qualcuno che abbiamo appena salutato o che incontriamo altra volta subito poco dopo.
Salve
Da rivolgere solo con tono amichevole a persona amica ed in occasioni informali. Oggi è un saluto molto utilizzato per una spiegazione molto semplice perché con il “salve” non dobbiamo decidere se dare del tu o del lei, non dobbiamo sottolineare che tra la persona che salutiamo e noi non c’è differenza di status ed età.

come si salutano persone non conosciute
Salute
Preferibile non utilizzare questa formula perché legata ad un altra abitudine cioè l’augurio che si rivolge a chi starnutisce. Anche in quest’ultimo caso meglio non sottolineare con il “Salute” lo starnuto e far finta di niente.


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il Blog del Marchese Copyright © 2018 - Website Development 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi