Come indossare l’orologio da tasca

Come indossare l’orologio da tasca.

Passa il tempo ma le mode ritornano sia per gli abiti che gli accessori. Nel settore dell’orologeria negli ultimi anni abbiamo visto un revival dell’orologio da tasca. Fascino ed eleganza classica sono gli aggettivi per chi indossa un orologio da taschino. Che sia arrivato a te in eredità o che tu lo abbia comprato da un antiquario il discorso non cambia.

OROLOGIO DA TASCA

COME RICONOSCERE UN OROLOGIO DA TASCA
La sua forma è tonda, a cipolla, protetto da coperchio che solitamente reca monogramma, stemma o incisioni particolari che rendono l’orologio un pezzo unico. Può essere in oro, argento, o misto oro ed argento, o acciaio. Altra caratteristica è quella di avere una catenina che serve per inserire l’orologio nella tasca della giacca o del gilet.

Vacheron Constantin

Come potete ben vedere si tratta di un orologio che non passa inosservato pertanto va portato ed indossato con nonchalance per non apparire, agli occhi degli altri, troppo superbi o in alcuni casi fuori luogo. Occorre estrarlo dal taschino controllando l’ora con aria disinvolta e riporlo nuovamente con cura, senza esagerare e fare troppa scena teatrale per mostrare agli altri di indossare un qualcosa di particolare. La parte frontale dovrà puntare verso di te, così potrai vedere l’ora quando lo tiri fuori. Se lo indossi ad un Pitti Uomo per esempio evita di stare 10 minuti fermo con lo sguardo fisso sul quadrante facendo finta di guardare le ore. Tutto per attirare l’attenzione di un fotografo di street style! Non sarai mai un vero gentleman ma un uomo cafone e pacchiano.

COME INDOSSARE UN OROLOGIO DA TASCA
La sua naturale e primaria origine prevede che l’orologio da taschino andrebbe indossato sul gilet, con un abito a tre pezzi, o con una giacca. La catenella va agganciata da una parte all’orologio e dall’altra al capo (tipo ad un bottone o ad un’asola) in modo che non scivoli via. I tempi cambiano ed oggi è possibile indossarlo senza giacca e senza gilet, ma con un informale paio di jeans.

CATENA DELL’OROLOGIO DA TASCA
La catenella dell’orologio da taschino deve essere dello stesso materiale dell’orologio in modo da creare armonia. Deve essere lunga abbastanza da permettere di riporre comodamente l’orologio nella tasca, e non deve essere neanche troppo robusta poiché potrebbe piegare l’asola in cui la fissiamo. Mentre l’intrecciatura della catenina dipende dal gusto personale. Per uno stile classico ed elegante meglio una una fine e sottile. Se sei una persona avventurosa e ti ritrovi spesso a fare lavori pesanti, meglio una una spessa e durevole.

CATENA ALBET CHIANS
Fu il principe Alberto a creare una nuova moda per indossare l’orologio da taschino: la catena d’argento era fissata ad un’asola verticale creata appositamente sul suo gilet. Esiste anche la variante Double Albert Chains dove la doppia catenella utilizza entrambe le tasche del gilet (o del pantalone).

COME FISSARE L’OROLOGIO DA TASCA
Esistono diverse soluzioni, andiamo ad esaminarle una per una.
La più comune è quella della barra a T dove una semplice barretta rimane nascosta dietro il gilet, dentro l’asola, consentendovi i fissare bene l’orologio senza correre il rischio di perderlo.
Altra soluzione è la chiusura a clip adatta per essere agganciata ad una cintura ma anche per giacca o gilet. In questi ultimi due casi occorre che la clip rimanga nascosta.
Più moderna è la scelta del moschettone da usare de vogliamo indossare l’orologio con un jeans. In questo caso il moschettone viene attaccato ad un passante del pantalone.
Ultima soluzione è quella di una catenella con anello che si utilizzerà come quella con la barra a T, con la differenza che sarà in vista sul gilet poiché attaccato al bottone.

MANUTENZIONE E PULIZIA DELL’OROLOGIO DA TASCA
Essendo un oggetto di metallo vanno utilizzati gli appositi lucidanti ed un panno morbido in modo da lucidarlo per bene e rimuovere eventuali ossidazioni, come nel caso dell’argento. Se si tratta di un orologio antico non sfregate troppo per farlo lucido a specchio, ma lasciate un po di patina del tempo, questa renderà l’orologio da tasca molto più interessante. L’orologio da tasca va caricato tutti i giorni solitamente ha una durata di circa 26-30 ore dopo essere stati caricati ( i modelli attuali durano fino a 46 ore).


COME ABBINARE L’OROLOGIO DA TASCA
Stile classico. Completo tre pezzi ed appendilo al gilet.
Stile casual. Metti l’orologio in una tasca dei pantaloni con la catenina appesa ad un passante tramite moschettone. In quesi casi opta per un orologio dalla parte frontale più grande in quanto non potrai vederlo bene da vicino.
Stile casual street. Gli orologi da taschino non erano appannaggio solo dei ricchi o dei nobili, ma di tutti coloro che avevano necessità di controllare l’ora per questioni di lavoro, pensate ad un capo treno. In questi casi meglio una catenina grossolana e pesante, maglione a collo alto e sneakers.


Il Blog del Marchese Copyright © 2018 - Website Development 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi